"Chiamami Pugile", il libro sullo sport al femminile

copertina rid

Otto storie di vere e proprie regine di cosiddetti “sport maschili”: le racconta Gaia Piccardi nel suo ultimo libro “Chiamami pugile”, che affronta anche la realtà del calcio femminile in Italia, attraverso un capitolo dedicato a Martina Rosucci, calciatrice di talento e vincitrice del “Pallone Azzurro” 2014, come giocatrice più rappresentativa della Nazionale Femminile.

 

 

Un libro per raccontare come ogni atleta si batta contro gli avversari, ma anche che ci sono atleti che hanno un avversario in più: i luoghi comuni. Sono le donne che scelgono sport “da maschi”, a volte trovandosi a gareggiare con loro. E vincono. 
La calciatrice vuole essere chiamata calciatore, se dai della pugilessa alla signora pugile ti fa un occhio nero e se ti azzardi a definire pilotessa la pilota quella sgasa via senza nemmeno salutare. Sono donne che fanno sport da maschi. E non vogliono favoritismi, nemmeno nel linguaggio. Gaia Piccardi è andata a cercare le otto donne di sport più originali che il playground Italia avesse da offrire nel 2015: dalla disciplina più frequentata (il calcio) a quella rappresentata da una pioniera che corre da sola (il chilometro lanciato). Sono Martina, Sara, Marzia, Eleonora, Petra, Michela, Dorothea e Valentina, protagoniste di una galleria di ritratti che insieme raccontano l’entusiasmo e la fatica, la lotta continua per farsi riconoscere, per trovare sponsor, rispetto e visibilità. Ma raccontano anche i trionfi e la gratificazione di chi ha seguito il suo cuore, assecondando l’amore profondo per la disciplina che ha scelto. O forse è lo sport ad aver scelto loro?

 


(Chiamami pugile, Aut. Gaia Piccardi, EBook Rcs)

 

Pin It

figc.it nuovo ghinea assoallenatori.it

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione.

Gli utenti sono invitati a leggere la Privacy Policy e la Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo

I cookies sono necessari per questo sito internet per funzionare correttamente.Gli utenti sono invitati a leggere la Privacy Policy e la Cookies Policy che si applica alla navigazione del Sito e alla fruizione dei servizi od altre funzionalità offerte sul Sito. La Privacy Policy e la Cookies Policy del sito sono state aggiornate alle disposizioni dell’art. 13 del nuovo regolamento europeo 679/2016 (GDPR). Utilizzando questo sito stai accettando la privacy policy e utilizzo dei cookies.

La Fondazione Museo del Calcio garantisce il rispetto del nuovo regolmento europeo 679/2016 GDPR in materia di protezione dei dati personali. Privacy policy

La Fondazione Museo del Calcio utilizza dei cookies per questo sito internet. I cookies sono necessari per questo sito internet per farlo funzionare correttamente. Cookies policy

EU regolamento generale sulla protezione dei dati (EU-RGPD)